Utego

followers
Segui
RUNNING
Startup Innovativa
Aggrega i conti, trova nuovi prodotti, ottieni di piu' unendo le forze: l'App che rivoluziona l'attuale user experience finanziaria!
RUNNING
410OVERFUNDED
Servizi Finanziari
Startup Innovativa
All-or-Nothing
492.500 € raccolti
MIN GOAL 120K €
IN CORSO
OBIETTIVO MAX 500K €
492.500 € raccolti
MIN GOAL 120K €
IN CORSO
OBIETTIVO MAX 500K €
160 investitori

(436.500 € confermati

8 Giorni  RIMASTI

(27/06/2019 23:59)

1.999.906
Pre-money valuation
19,76 %
Post-money shares
Equity
Strumento finanziario
Investitore professionale
Presente
Investi in Utego
  1. Info
  2. About
  3. News
  4. Documents
  5. Comments

Pitch

Utego è la prima App italiana che aggrega i rapporti economici degli utenti e ne aumenta il potere d’acquisto verso gli intermediari finanziari.

Gli utenti di Utego avranno a disposizione un'unica app sempre gratuita, tramite la quale accedere a tutti i propri conti e carte, vedere le offerte degli intermediari presenti sul mercato e formare insieme ad altri utenti dei gruppi di acquisto attraverso i quali contrattare offerte, servizi e condizioni speciali attraverso il meccanismo dell’asta tra gli intermediari interessati.

Gli istituti finanziari, assicurativi, di telecomunicazioni, energetici, avranno l’opportunità di creare e mantenere una nuova relazione con i propri clienti e con quelli di nuova acquisizione e di accedere a un nuovo market place di contatti commerciali altrimenti difficilmente raggiungibili.

La rivoluzione Utego vuole essere vincente e positiva per tutti, perché aumenta le opportunità commerciali e la trasparenza e la fiducia del settore finanziario.

Oggi è il momento di contribuire e renderla una realtà.

The Problem

Circa 10 milioni di italiani, oggi, hanno più di un conto corrente che consultano online, accedendo a differenti piattaforme di internet o mobile banking. Risultato? Tanto tempo impiegato e tantissimi log in da fare e ricordare.

Chi ha solo un conto invece, ha spesso anche un finanziamento, un mutuo o una carta con istituti diversi dalla propria banca. Altri accessi ad altre piattaforme.  

Domani, grazie anche alla nuova normativa Europea PSD2, nasceranno sempre più Fintech e Insurtech che offriranno nuovi prodotti o servizi online. È sicuramente una grande opportunità per i consumatori finali, ma significa anche sempre più app, user-id, password

In poche parole, significa vivere ogni giorno una user experience penalizzante e demotivante.

The Solution

Una nuova user experience.

Utego: una sola app grazie alla quale ogni utente, con un solo log-in può:

  • Aggregare e visualizzare tutte le proprie posizioni finanziarie, dai conti alle carte, anche di istituti differenti, in compliance con quanto regolamenta la nuova norma Europea PSD2
  • Aggregare e visualizzare le offerte presenti sul mercato, per scegliere prodotti non ancora posseduti (finanziari, assicurativi, di telefonica, di energia elettrica, etc.) e dare il proprio rating di gradimento
  • Aggregare il proprio potere d’acquisto con quello degli altri utenti, in modo da ottenere condizioni migliori: l’unione fa la forza!

In aggiunta, gli utenti Utego potranno anche informarsi ed aggiornarsi tramite la sezione dedicata all’educazione finanziaria.

under analysis/coming soon (anche con partnership terze parti): disponibilità di pagamenti e funzionalità di budgeting

 

La rivoluzione Utego in 4 passi.

Passo 1: aggregatore finanziario.

Con l’aggregatore finanziario sarà possibile vedere tutte le proprie posizioni finanziarie, a iniziare dai movimenti dei conti e delle carte possedute. Questi saranno inoltre visibili ed organizzabili sia per singolo istituto di appartenenza, sia per ordine cronologico delle transazioni.

Sarà inoltre possibile autorizzare Utego ad aggregare le proprie informazioni su prestiti, mutui e investimenti.

Passo 2: aggregazione delle offerte presenti sul mercato.

Sul market place Utego l’utente potrà cercare e trovare i prodotti e i servizi di cui ha bisogno, secondo una modalità di ricerca per domanda (es. dimmi cosa ti serve) o per tipologia di prodotto e ordinando le opzioni secondo i criteri selezionati dall’utente. Una volta trovata la proposta migliore per lui, verrà direttamente contattato dalla società fornitrice per l’acquisto e potrà successivamente attribuire un rating sia al prodotto che al servizio ricevuto. 

Passo 3: aggregazione del potere di acquisto e logica delle aste.

Tramite l’asta finanziaria gli utenti Utego potranno unirsi in gruppi di acquisto per ottenere dagli istituti finanziari condizioni dedicate e altrimenti inaccessibili.

La logica è semplice: Utego, una volta raccolto l’interesse di più utenti verso un determinato prodotto o servizio, crea un gruppo di acquisto che agisce come interlocutore unico. La domanda di mercato aggregata viene presentata agli istituti finanziari presenti sulla piattaforma che, a loro volta, formulano un’offerta specifica. 

Passo 4: aggregazione del sapere: l’educazione finanziaria.

Nella sezione di educational finanziario infine, gli utenti potranno trovare le classiche informazioni sui prodotti, sulle loro caratteristiche, su come sceglierli o su cosa fare attenzione.

 

E per gli istituti?

L’app Utego sarà un prezioso alleato per gli istituti finanziari, assicurativi e di altre utilities (telco, energetics, pay tv, etc.), che potranno:

  • Esporre i loro prodotti e servizi nel market-place e contattare gli utenti Utego interessati ai loro prodotti
  • Partecipare alle aste ed avere quindi l’opportunità di acquisire nuovi clienti, in caso di vittoria, tra tutti gli utenti Utego, partecipanti
  • Ricevere analisi di settore, informazioni aggregate e anonime sui principali trend di sistema, comprendere meglio le abitudini dei loro target di riferimento, etc.

Questo significa sia ottenere il meglio per gli utenti finali, sia farlo tramite un business sostenibile anche per le aziende che operano sul mercato.

Market and competitors

Recenti studi di settore rivelano che circa 10 milioni di Italiani utilizzano attualmente più servizi bancari online (multibancarizzati). Il Business Plan di Utego prevede, con un costo di acquisizione utenti di 25€ cad., di raggiungere:

  • circa 68 mila utenti al primo anno di attività (lancio settembre 2019), pari allo 0,65% della base di partenza di 10 milioni
  • 307 mila al quinto anno

Alcuni competitor già operanti nel mercato europeo, per la sola funzionalità di aggregazione finanziaria, rivelano scenari più promettenti: 450 mila utenti in 5 anni in Spagna, e più di 2 milioni in Francia. Utego preferisce tuttavia rimanere fedele ad un piano prudenziale, inseguendo la sostenibilità anche nei propri numeri di crescita.

 

Utego è unica sul mercato: i punti distintivi rispetto ai competitor

Tra i principali competitor in Europa, nessuno offre la gamma di servizi Utego (aggregatore finanziario + aggregatore dei prodotti del mercato o “market place” + aggregatore del potere di acquisto o “asta”, insieme) e nessun B2C è indipendente da banche.

La PSD2 è una direttiva europea ma implementata a livello dei singoli Stati, quindi un eventuale player già operativo in altro Stato Comunitario non potrà operare sul mercato italiano senza un preventivo processo di accreditamento presso Banca d'Italia.

 

Utego è PSD2 Compliant

Qualche competitor non opera ancora in piena compliance con la nuova normativa europea PSD2; la tecnologia più usata è infatti quella dello scraping (screen scraping o web scraping). Questa tecnologia, a fronte della fornitura delle credenziali di accesso da parte dei propri utenti, consente di accedere in loro vece ai loro internet banking e di “guardare” il relativo contenuto, in modo da copiarlo e riportarlo fedelmente nella visualizzazione dell’aggregatore. Tale processo implica:

  • Una possibile imperfezione di servizio: la visualizzazione dei propri dati potrebbe non essere corretta se l’istituto presso il quale si ha il conto, cambia l’ordine di visualizzazione del servizio di internet banking
  • Una certa criticità a livello di Sicurezza. Quando un utente infatti digita le proprie credenziali per accedere al proprio internet banking, queste sono criptate e sicure. L’aggregatore che opera in scraping, per inserirle a sua volta in chiaro nell’internet banking che le cripta, deve memorizzarle ed usarle in chiaro. Se questo operatore dovesse subire un attacco hacker, potrebbe perdere i propri dati in chiaro

Utego si impegna ad essere compliant fin da subito agli standard della regolamentazione europea PSD2, che prevedono la connessione tecnologica direttamente con gli istituti e si riserva di adottare lo scraping solo nei casi di mancata compliance alla PSD2 degli istituti stessi e comunque solo dietro consenso dei propri utenti. Il valore di dati dei propri utenti e la loro relativa sicurezza sono altri valori fondanti della nostra Fintech

 

Utego è 100% indipendente e 100% italiana

Utego è indipendente da istituti finanziari. Questo significa:

  • credibilità ed autorevolezza nel suggerire ai propri utenti proposte migliorative delle attuali condizioni
  • segregazione dei dati. Nessun istituto avrà accesso ai dati, aggregati, dell’utente. Lui invece vedrà la propria posizione finanziaria complessiva 

L’indipendenza e la segregazione dei dati tra istituti, sono valori di Utego, che guidano anche la strategia di posizionamento sul mercato.

Infine, Utego è una start-up a statuto innovativo con sede a Milano e si avvale di partner commerciali (tecnologia inclusa) 100% italiani.

Rispetto alla funzionalità del market place, i competitor di Utego sono già affermati sul mercato, hanno un brand forte e un modello di servizio attivo da anni sul mercato (es. Subito.it; Segugio.it; Mutuionline.it).

Utego non intende assolutamente far loro concorrenza, ma solo offrire ai propri utenti un modello di servizio completo e integrato. Nel fare questo, il market place di Utego riesce anche a differenziarsi per:

  • Offerta. Ricercando un prodotto nel market-place Utego, l’utente visualizza tutte le proposte del mercato erogate dagli istituti che vorranno comparire su tale market place. Non solo i primi 8 o 10 risultati delle aziende maggiori, solitamente evidenziati da altri comparatori. Inoltre Utego non stringerà partnership di vendita commerciale con gli istituti, come è norma in questo business
  • Modalità di ricerca. Utego offrirà un tool agli istituti che provvederanno a compilarlo con le proprie informazioni. In questo modo i dati relativi ai prodotti offerti saranno certificati dagli istituti stessi e si potranno anche visualizzare eventuali offerte temporanee. Normalmente invece i dati vengono presi dall’open source (siti web o prospetti informativi presi da internet).
  • Una volta trovato il prodotto e manifestata la propria preferenza, l’utente verrà direttamente contattato dall’istituto erogante. Si garantisce così il rapporto cliente – fornitore, direttamente tra le parti
  • Dopo l’acquisto, l’utente Utego potrà attribuire un rating sia al prodotto acquistato, sia al servizio. In questo modo la qualità e l’affidabilità diverranno anch’essi importanti fattori di scelta

 

Utego è l’unico player ad offrire la logica del gruppo di acquisto e delle aste

Rispetto all’Asta finanziaria (con logica di gruppi di acquisto o “social shopping”), Utego non ha attualmente competitor, né in Italia né in Europa. 

Business Model

B2C

  • L’applicazione Utego è sempre gratuita per tutti gli utenti

B2B2C

Il business plan di Utego prevede 3 principali fonti di ricavi, tutte da parte degli istituti partner.

  1. Vendita di dati/analytics/studi di settore.
    • Utego potrà vendere i propri dati agli istituti partner, in formato anonimo e aggregato (esempi, non esaustivi: localizzazione geografica più profittevole per apertura nuove filiali di leasing; statistiche sul perché i clienti abbandonano i propri istituti), o selezionando liste di clusterizzazione utenti, in base ai permessi privacy, secondo la recente normativa europea GDPR, e quindi al proprio profilo di riservatezza
    • Utego potrà fornire agli istituti partner un report periodico su fenomeni e dati micro e macro sistemici
  1. Fornitura di lead. Ad ogni manifestazione di interesse di un utente verso un prodotto presente sul market-place e ad ogni chiusura di asta, con relativa attribuzione di anagrafiche all’istituto vincitore, Utego riceverà una fee per ogni lead procurato
  1. Fee a fronte di nuovi clienti acquisiti. Dopo aver procurato un lead (o contatto) all’istituto di riferimento, se l’acquisto va a buon fine e il contatto diventa cliente dell’istituto, questo retrocede a Utego una fee proporzionata al prodotto venduto

Dalla nascita di Utego ad oggi, alcuni istituti bancari hanno manifestato l’interesse in una fornitura di aggregatore in white lable, da parte di Utego. Questa è un’altra fonte di ricavo per la nostra Fintech, anche se non ancora considerata in fase di stesura di Business Plan.

Questo modello di business permette ad Utego di raggiungere il break even point al secondo anno e un EBITDA cumulato positivo al terzo anno.

La strategia di Utego prevede, secondo le stime di costi e investimenti a business plan:

  • Una crescita graduale degli istituti partner (banche, assicurazioni, finanziarie, utilities) da 20 il primo anno a più di 112 al quinto anno
  • Una crescita graduale di utenti Utego da circa 68 mila il primo anno a circa 307 mila il quinto anno, tramite un piano marketing/communication/commerciale pluriennale
  • Un’offerta indirizzata a utenti cosiddetti “retail” al suo primo lancio, ma scalabile ad altri cluster di utilizzatori: Piccoli Operatori Economici (POE) e Piccole Medie Imprese (PMI) in una fase di poco successiva e a seguire target corporate e/o grandi investitori
  • Lo sviluppo geografico di Utego prevede una prima fase di lancio in Italia, una seconda fase di espansione in Europa, richiedendo gli opportuni permessi locali (Istituzioni, autorizzazioni AISP locali, etc.) e partendo da Paesi con i quali abbiamo già intrecciato relazioni: Spagna, Francia, Germania
  • La traduzione in lingua di tutta l’app, a partire da cinese e arabo, per permettere ed agevolare l’inclusione finanziaria

Financial Projection

Con circa 150 mila euro di capitale investito, un advisory board che annovera profili di alto livello nel campo della cyber security, dell’industria, della Corporate Social Responsibility e delle relazioni con le Istituzioni italiane, soci fondatori con profili eterogenei, Legal, Compliance, Marketing, Commerciale, Communication, Audit, Internal Control, Factoring, Corporate & Investment Banking, analisi aziendale (Fitch), Formazione e più di 60 anni di esperienza bancaria alle spalle (considerando i soci insieme), Utego oggi:

  • Ha stretto 4 partnership strategiche, anche di natura commerciale, con Experian, OF Osservatorio Finanziario, Unione Nazionale dei Consumatori e Flashbeing
  • sta dialogando e costruendo partnership con altri 14 istituti (7 banche, 1 finanziaria, 1 assicurazione, 1 Fintech, 1 Utility, 1 data provider, 1 card issuing, 1 piattaforma di pagamenti)
  • ha raccolto, senza pubblicità, una mailing list di circa 6.150 manifestazioni di interesse
  • è associata ad Assolombarda e ad Assofintech e fa parte del Fintech District di Milano
  • è stata selezionata dal Fintech District tra le migliori fintech italiane ammesse a partecipare al “Salone dei Pagamenti 2018”

Ora abbiamo bisogno di voi per perfezionare l’app, renderla disponibile sugli app store e iniziare ad attuare la nostra strategia!

 

Attraverso questa campagna di equity crowdfunding vogliamo:

  • raccogliere le risorse per completare l’app, testando i protocolli di comunicazione degli istituti, in compliance con la normativa PSD2
  • strutturare il front end utile agli istituti stessi per operare con i loro prodotti tra le funzionalità dell’app (market-place e asta), concludere le prime partnership abilitanti
  • implementare la sezione di educational finanziario anche sul sito web e attivare i presidi strutturati di legal, compliance, ICT security e corporate finance, assumendo le prime figure professionali chiave

Questo percorso ci porterà ad avere l’app scaricabile sugli app store entro fine settembre 2019 e ad attivare le prime campagne virali di comunicazione, nonché la ricerca strutturata del fabbisogno finanziario per il potenziamento della campagna di acquisizione (marketing, communication, commerciale, pr, crm).