Dishcovery

followers
Segui
FUNDED
Startup Innovativa
Dishcovery crea menù interattivi multilingua per i ristoranti consultabili da smartphone
FUNDED
242OVERFUNDED
Food and Beverage
Startup Innovativa
All-or-Nothing
121.000 € raccolti
MIN GOAL 50K €
FINANZIATA 242 %
OBIETTIVO MAX 150K €
121.000 € raccolti
MIN GOAL 50K €
FINANZIATA 242 %
OBIETTIVO MAX 150K €
59 investitori
 COMPLETATA
850.000
Pre-money valuation
12,46 %
Post-money shares
Equity
Strumento finanziario
Investitore professionale
Presente
Scopri le campagne attive
  1. Info
  2. TEAM
  3. Tractionnew
  4. Offerta
  5. News
  6. Documenti
  7. Commenti

Pitch

Dishcovery è una startup innovativa che vuole cambiare il modo in cui i viaggiatori stranieri vivono le proprie esperienze culinarie all’estero e allo stesso tempo fornire ai ristoratori un servizio in grado promuovere il loro menù in tutte le lingue

Traduciamo il menù dei ristoranti in diverse lingue, poi lo digitalizziamo in formato mobile e creiamo un menù interattivo multilingua consultabile da smartphone, senza dover scaricare nessun tipo di app, che non fornisce solo la traduzione ma anche tutte le informazioni sulla cultura culinaria, piatti, ingredienti, allergeni, abbinamenti di vino.

L'errore più comune è di dare per scontato che una traduzione basti per far comprendere ai turisti stranieri la nostra cultura culinaria.

Ad aprile 2018, dopo i primi beta test abbiamo costituito Dishcovery srl e nel giro di pochi mesi abbiamo raccolto 70 ristoranti e registrato più di 15.000 accessi ai nostri menù digitali da parte di turisti stranieri. Abbiamo aiutato dunque decine di migliaia di turisti a comprendere il menù andando oltre la mera traduzione e fornendo informazioni chiave sulla cultura culinaria.

Già sui ristoranti in fase beta abbiamo registrato una conversione da "account di prova" a "cliente pagante" di oltre il 40%, una evidente dimostrazione della necessità di un servizio di questo tipo nel mondo della ristorazione. 

Tra i clienti di Dishcovery figurano anche alcuni ristoranti della catena Autogrill, come Motta, Bistrot e Panino Giusto. 

Oltre ad Autogrill, Dishcovery è in procinto di inizare nuove importanti collaborazioni con la catena Welldone e Tortellino. A questi grossi gruppi si aggiungono hotel, piccole catene di ristoranti e ristoranti di alto livello, situati principalmente a Milano, Venezia e Roma. Infine si stanno delineando collaborazioni con grossi gruppi come Alipay e l'aereoporto di Fiumicino.

I fondatori di Dishcovery sono Giuliano Vita e Marco Simonini che vantano forti esperienze professionali nel settore agroalimentare e nello specifico nel settore HORECA. Entrambi hanno un background in economia, marketing e management e complessivamente oltre 9 anni di esperienza professionale e di studio all’estero, in particolare in Cina.

Al team di Dishcovery formato dai 2 co-fondatori si sono aggiunti in seguito delle nuove figure come advisor e tecnici come Simone Busoli, sviluppatore senior con oltre 10 anni di esperienza nel settore IT in multinazionali del calibro di Ferrari, Yoox e Bwin. Sonia Santoro Lee, social media manager con esperienze internazionali non solo in social media occidentali. Alessandro Salsi, controller a supporto di tutto l'aspetto finanziario.

Dishcovery lancia la sua campagna crowdfunding con il supporto di Aster società consortile dell'Emilia-Romagna per l'innovazione e il trasferimento tecnologico al servizio delle imprese, delle università e del territorio. VZ19 importante incubatore del bolognese.

The Problem

È capitato almeno una volta a tutti di trovarsi all’estero e avere dei problemi con la comprensione di un menù. Secondo dati IPSOS il 52% dei turisti che si recano all’estero considerano la mancanza di un menù tradotto come il più grande dei problemi all’interno di un ristorante.

La stragrande maggioranza dei menù in Italia e in Europa NON sono tradotti in più di una lingua e spesso le traduzioni vengono eseguite attraverso sistemi di traduzione automatica e si rivelano poco precise e incomplete.

All'incomprensione letterale e alle barriere linguistiche dei menù si aggiungono le barriere culturali. Infatti nella maggior parte dei casi la traduzione letterale del menù non è sufficiente a far comprendere tutti ciò che si ha davanti. Pensiamo ad esempio ad ingredienti regionali Italiani come la burrata che oltre ad una traduzione necessita di una descrizione per essere compresa ed immaginata dall’ospite del ristorante, o ai tantissimi piatti il cui nome in inglese rimane uguale senza spiegare cosa sia la pietanza (vedi: lasagne, tortellini, cotoletta, risotti, ecc...).

Da qui la necessità di RACCONTARE i menù. Con il turismo in arrivo in Italia, stiamo perdendo l’opportunità di promuovere i nostri prodotti agroalimentari locali nei confronti di potenziali consumatori stranieri, proprio quando sono più vicini al nostro paese. Soprattutto con quei popoli culturalmente lointani da noi come cinesi, russi, giapponesi, arabi, ecc.. che rappresentano il futuro del turismo italiano.

Non solo i ristoranti e i locali, soprattutto quelli a conduzione familiare, si lasciano sfuggire occasioni di business a causa di queste barriere. Ne risente negativamente anche tutta la filiera agroalimentare, che spesso si vede sfuggire i turisti, attratti da prodotti o destinazioni più familiari a loro e dettate dalla cultura dei fast food.

The Solution

Dishcovery cambia le carte in tavola (in tutti i sensi)  risolvendo i problemi sia dal lato turista che dal lato ristorante. 

Per il turista, Dishcovery fornisce un un menù multilingua e interattivo, consultabile da qualsiasi smartphone senza scaricare nessuna app, che fornisce oltre alla traduzione anche tutte le informazioni su piatti, ingredienti, allergeni, abbinamenti di vino e molto altro.

Il turista accede al menù interattivo attraverso un codice QR o uno short URL forniti dai camerieri al tavolo degli ospiti stranieri. Come già menzionato il turista può navigare all’interno del menù avendo a disposizione un vero e proprio cameriere virtuale che parla la sua lingua.

Oltre alla visualizzazione del menù e delle caratteristiche dei piatti, ingredienti e vini, è in sviluppo la funzionalità che permetterà ai turisti la possibilità di pagare al ristorante attraverso la web app Dishcovery utilizzando i sistemi di pagamento più diffusi nei diversi paesi come ad esempio WeChat Pay e Alipay per i turisti cinesi

Per il ristorante, Dishcovery fornisce uno strumento di vendita e promozione del loro menù capace di apportare diversi benefici:

  • Miglioramento della comunicazione all’interno del ristorante
  • Risparmio di tempo e denaro nella creazione e stampa di menù cartacei in diverse lingue
  • Aumento della spesa per cliente grazie alla maggiore comprensione del menù da parte degli ospiti stranieri
  • Miglioramento del servizio all’interno del ristorante con conseguente aumento del numero e qualità delle recensioni online da parte di ospiti stranieri
  • Un maggior numero di ospiti stranieri nel proprio ristorante

Dalla parte ristorante invece, il ristorante è fornito di una web app accessibile tramite desktop che gli da la possibilità di gestire in autonomia il proprio menù, aggiungendo i propri piatti e modificando ogni volta che desidera le informazioni del proprio menù facendo fronte anche agli aggiornamenti stagionali del menù.

Market and competitors

Nel 2017 in Italia il numero di ristoranti è di circa 200.000 attività con una crescita dell'11% rispetto al 2011 (bar e altre attività correlate senza cucina non sono inclusi). 

I ristoranti italiani target di Dishcovery sono quelli localizzati nelle destinazioni più frequentate dal turismo internazionale come Milano, Venezia, Roma e Firenze.

Secondo un report sviluppato da Unicredit, le prime 4 città col più alto numero di presenze straniere nel 2015 sono le seguenti:

  1. Roma: 24.809.334
  2. Milano: 11.741.374
  3. Venezia: 10.182.829
  4. Firenze: 9.106.500

In Italia, secondo l’UNWTO, nel 2017 gli arrivi internazionali in Italia sono stati circa 52 milioni, con un + 11,2% rispetto al 2016. Questo rende l’Italia il quinto paese al mondo con più visitatori internazionali. Il 2017 ha rappresentato per l’Italia l’ottavo anno consecutivo di crescita costante negli arrivi internazionali che ha prodotto da solo un volume di affari stimato di USD44 miliardi con una crescita del 7,7%.

Sempre secondo l’UNWTO nel 2017 sono stati registrati più di 1,3 miliardi di arrivi internazionali a livello globale, facendo registrare una crescita del 7% rispetto al 2016.

Dishcovery non ambisce soltanto al mercato italiano ma si pone come obiettivo un’espansione globale con lo scopo di divulgare la cultura culinaria di tutti i paesi cominciando con la Spagna e la Francia.

Dalla parte dei turisti un forte focus è dedicato ai turisti cinesi per i quali verranno implementate per primi le funzioni di pagamento attraverso Alipay. L’industria del turismo cinese ha registrato una crescita eccezionale negli ultimi 2 anni dovuta alla sostenibilità della situazione economica cinese, all’attuazione della riforma e politica di apertura ed all’aumento del reddito medio pro-capite.

Nel 2015 i viaggiatori cinesi hanno registrato 133 milioni di presenze in viaggi all’estero, spendendo più di 200 miliardi in attività correlate al turismo. Si Stima che l’ammontare della spesa del turismo cinese all’estero raggiungerà i 422 miliardi entro la fine del 2020.

I principali competitor diretti di Dishcovery sono:

  • Smarthamster: Smarthmaster è un’azienda italiana che fornisce i ristoranti ed hotel con un menu digitale tradotto in diverse lingue. Anche loro offrono la lettura tramite QR code ma senza applicazione propria. L’azienda è stata fondata nel 2015.
  • Menu 42: Menù 42 è un'azienda italiana specializzata nella fornitura di servizi di digitalizzazione di menù con un forte focus sul mondo degli allergeni. L'azienda utilizza sistemi di traduzioni automatici che consentono di offrire abbonamenti a prezzi molto competitivi. 

Differenziazione: Dishcovery dispone di un approccio unico nella risoluzione del problema. Dishcovery non traduce semplicemente i menù ma li racconta puntando ad una divulgazione culinaria che si traduca in una migliore esperienza culinaria per il turista e in uno strumento di vendita per il ristorante. Inoltre, Dishcovery ambisce a sviluppare funzioni dedicate direttamente al target dei turisti che permettano a quest’ultimi di prenotare e acquistare in anticipo set menu o di pagare all’interno del ristorante.

Business Model

Il team di Dishcovery è riuscito a validare nel giro di pochi mesi il business model relativo alle subscription fee dei ristoranti. Dei 70 ristoranti di Dishcovery in beta test, oltre il 40% ha deciso di passare alla versione a pagamento abbonandosi al servizio annuale.

Fra i clienti paganti come già menzionato figurano anche alcuni punti vendita della multinazionale Autogrill e nello specifico nei ristoranti Motta e Bistrot.

Dishcovery offre ai ristoranti un pacchetto di servizi base annuale del costo di 349€ che include la traduzione in 2 lingue a scelta con inclusi gli aggiornamenti del menù per tutto l’anno. Nel caso in cui il ristoratore desiderasse più lingue, il prezzo varia a seconda della lingue e del loro numero.

Il secondo business model ancora in fase di sviluppo riguarda le commissioni da pagamenti da parte dei turisti che pagano al ristorante utilizzando i sistemi di pagamento mobile che verranno integrati all’interno di Dishcovery.  Il primo test verrà eseguito con Alipay, il sistema di pagamento mobile più diffuso in Cina e dunque destinato ai turisti cinesi in Italia.

Il terzo business model in fase di studio si basa sui futuri sviluppi di Dishcovery che prevedono la creazione di un’area online dedicata ai turisti in arrivo in Italia che gli permetterà di visualizzare in anticipo i menù dei ristoranti e acquistare in anticipo set menu e coupon. All’interno di questa pagina verranno testati dei pacchetti di sponsorizzazione per i ristoranti e le attività turistiche che vorranno approfittare della user base di Dishcovery.

In una prima fase i co-fondatori di Dishcovery hanno attuato autonomamente una strategia di acquisizione ristoranti basata sul door-to-door per studiare a fondo il mercato con un approccio lean, modellando l’offerta e le funzionalità del servizo secondo le necessità dei clienti.

In una seconda fase, il team di Dishovery ha attivato un numero limitato di venditori plurimandatari del settore HORECA per validarne il lavoro e i risultati.

Dopo i primi test positivi dei venditori esterni, il team di Dishcovery sta discutendo e lavorando per attivare collaborazioni con alcune fra le più grandi aziende di distribuzione del settore HORECA. Dishcovery attraverso queste collaborazioni ambisce ad arrivare ad una forza di vendita di oltre 500 agenti con un portafoglio clienti di oltre 25.000 ristoranti.

Dal punto di vista offline dunque l’obiettivo è di affidare la strategia di acquisizione ad agenti di vendita e agenzie di distribuzione del settore HORECA. L'utilizzo degli Agenti HORECA consentirà di sfruttare una rete commerciale già consolidata con migliaia di clienti attivi. 

Alle strategie di acquisizione offline verranno implementate parallelamente strategie di digital marketing volte ai seguenti obiettivi:

  • Acquisizione clienti
  • Brand awareness
  • Retention / fidelizzazione

Le principali attività che verranno svolte per raggiungere gli obiettivi  sopra citati sono: 

  • Facebook Adv per creare un primo contatto con potenziali clienti
  • LinkedIn Sponsored InMail per raggiungere direttori/proprietari di ristoranti di media-alta fascia 
  • Pagina FB e Instagram per attività di Brand Awareness
  • Google Adwords per comparire sui motori di ricerca
  • SEO - Content Marketing per aumentare la presenza sui motori di ricerca e posizionarsi in modo organico
  • Direct Email Marketing (DEM) - Newsletter per raggiungere potenziali clienti attraverso l’email, e fidelizzare i clienti con le newsletter  
  • Remarketing via Social e Google Adwords Display

Financial Projection

Come già menzionato, in Italia, nel 2017 sono stati registrati più di 50 milioni di arrivi di turisti stranieri in Italia. Il numero totale di presenze è stato pari 212 milioni e si stima che il numero di pasti serviti a turisti stranieri sia stato di 400 milioni.

Il numero dei ristoranti è in crescita sia in Italia che nel resto d'Europa. I trend positivi del mondo della ristorazione uniti alla forte crescita del turismo internazionale dimostrano le potenzialità di Dishcovery.

Questi trend positivi acquisiscono maggiore valore se contestualizzati al livello molto basso, ma in crescita, di digitalizzazione delle attività della ristorazione e alberghiera che solo negli ultimi anni hanno iniziato ad approcciare il mondo digitale.

Gli investitori hanno la possibilità diventare parte di un progetto nel suo stadio iniziale, con grande potenzialità di crescita e di espansione.

Attraverso questa campagna di equity crowdfunding vogliamo raccogliere le risorse per scalare il mercato in Italia, arrivando nelle principali città turistiche italiane e studiando nuovi canali di distribuzione. Inoltre parte delle risorse verranno indirizzate allo sviluppo tecnologico di nuove funzionalità che ci permetteranno di testare il nostro secondo business model, ovvero quello dell’integrazione con i sistemi di pagamento stranieri che consentiranno ai turisti di pagare tramite Dishcovery con il loro sistema di pagamento preferito, come ad esempio Alipay per i turisti cinesi.

L'obiettivo nei primi 12 mesi dopo il crowdfunding (scenario da 150k) è di raggiungere circa 1800 ristoranti e di arrivare entro il 2021 ad un fatturato di 2,7 milioni €

In entrambi i 2 scenari di investimento 50.000€ e 150.000€, si intende sviluppare sopra ogni altro aspetto, l'area commerciale e tecnologica. 

Da un punto di vista commerciale l'obiettivo è di dare un boost al mercato italiano che sarà la base di una futura espansione in Europa.

Le informazioni sull'offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L'offerente e' l'esclusivo responsabile della completezza e della veridicita' dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l'attenzione dell'investitore che l'investimento, anche indiretto, mediante OICR o societa' che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da startup innovative e PMI innovative e' illiquido e connotato da un rischio molto alto.