Edilmag

EDILMAG

SHARING ECONOMY e IDEE INNOVATIVE per il settore delle COSTRUZIONI

Impatto Sociale

87.000 €

124%
confermati: 53.000 €

DA

18 Investitori

MANCANO

50 Giorni

Startup Innovativa

Startup Innovativa Detrazioni fiscali al 30%. Non distribuisce utili

All-or-Nothing

L'obiettivo minimo deve essere raggiunto nei giorni indicati

Pitch

Edilmag è una startup innovativa, che ha realizzato in Italia un progetto di sharing economy e di economia circolare per il settore delle costruzioni. Nasce nel 2016 dall’idea dall'Architetto Rodolfo Brandi,  imprenditore edile pesarese e Presidente della Scuola Edile e CPT della provincia di Pesaro Urbino. L'idea di Rodolfo viene raccolta dall'Ing. Christian Ricciarini, un manager del settore delle costruzioni e founder di altre startup (Officine Creative Marchigiane e My Logo).  Grazie alla profonda conoscenza del settore dei founder, ed al supporto tecnico/creativo di Officine Creative Marchigiane, nel 2016 nasce Edilmag: la prima piattaforma di sharing economy per il settore edile.

Edilmag eroga il proprio servizio di sharing tramite piattaforma web e App (per IOS e Android), entrambe dedicate esclusivamente alle imprese edili. Il servizio permette di condividere i depositi delle imprese edili all’interno di un grande e unico magazzino virtuale. La condivisione consente, da un lato, un evidente risparmio nell’approvvigionamento deimezzi e materiali e, dall’altro, una valorizzazione delle giacenze e delle attrezzature inutilizzate, che si trasformano quindi in nuove risorse economiche.

La mission di Edilmag si può riassumere nel voler portare innovazione nel settore edile. Perseguendo tale scopo, oltre alla piattaforma di Sharing economy, Edilmag ha sviluppato e brevettato due nuovi strumenti innovati per l'edilizia (I-Link e il Pozzetto telescopico), che sono in fase di prototipazione per poi essere immessi sul mercato. Dopo neanche due anni di vita, Edilmag vanta già numerosi riconoscimenti, tra i quali spiccano:

vittoria del contest “Edison Pulse 2017 – Categoria ricostruzione sisma”, che porta anche in dote un importante contributo per l’ulteriore sviluppo e affinamento dell’applicazione.         

Accordi con tutte le tutte le principali Associazioni di categoria (ANCE, CNCE, CNA, ANAEPA Confartigianato), con le quali vengono chiuse importanti convenzioni a livello nazionale per agevolare la diffusione del servizio.                                                                                                                       

- Riconoscimenti pubblici dalla Protezione Civile, che certificano l'utilità di Edilmag anche come valido strumento di supporto per la prevenzione e la gestione delle calamità.

Dopo questi primi due anni, in cui le attività sono state finanziate esclusivamente grazie all'apporto dei soci e ai premi vinti, Edilmag attiva la sua prima campagna di crowdfunding. Le nuove risorse saranno utilizzate principalmente per promuovere la soluzione sul mercato con importanti campagne digitali; l'obiettivo è di accrescere rapidamente gli utenti presenti sulla piattaforma per ottenere una massa critica, al fine di renderla più sempre più vantaggiosa per le imprese edili.

The Problem

Il settore edile non ha registrato alcuna innovazione nei processi di lavoro; le attuali metodologie, i processi e gli strumenti sono gli stessi che venivano utilizzati negli anni '50/'60. La digital transformation non ha ancora coinvolto questo settore. A questo si aggiunge la recente crisi economica che ha colpito profondamente tutto il settore, specialmente le piccole e medie imprese di costruzioni. Gli operatori del settore fanno molta fatica nell'adattarsi a questo nuovo contesto di mercato, soprattutto perchè operano spesso come singole unità. 

In particolare, la gestione del deposito rappresenta un problema sempre più rilevante, anche perchè riveste un ruolo strategico nella gestione dell'impresa. A causa della crisi, le poche commesse e i margini ridotti non generano più la liquidità necessaria per acquistare tutte le attrezzature necessarie. E’ quindi prioritario ottimizzare le fasi di approvvigionamento, gestendo acquisti e noleggi con razionalità. Inoltre, tutte le imprese edili hanno magazzini e/o depositi pieni di attrezzature, materiali e sfridi accumulati nei vari cantieri; queste giacenze, spesso inutilizzate, rappresentano un valore importante nei bilanci delle imprese, e un potenziale poco sfruttato. In questo momento il mercato non offre una soluzione a questo problema, per questo Edilmag ha raccolto sin da subito il forte interesse di tutti gli stakeholders.

The Solution

Edilmag ha sviluppato una soluzione di Sharing Economy applicata al settore delle costruzioni. La piattaforma, fruibile tramite web e APP (IOS e ANDROID), consente di condividere attrezzature e materiali tra le imprese iscritte al servizio.

Edilmag rappresenta uno strumento di estrema utilità per le imprese edili perchè presenta tra gli altri i seguenti vantaggi:

Riduce i costi di approvvigionamento di materiale e attrezzature, Valorizza le giacenzereperisce rapidamente attrezzature e materiali da altre imprese vicine al cantiere, crea nuove opportunità di business favorendo la collaborazione tra gli operatori, fornisce visibilità alle imprese verso la Pubblica Amministrazione.

Le imprese già presenti sulla piattaforma hanno già fatto registrare numerosi attestati di apprezzamento, testimoniando tavolta attraverso casi di successi che hanno contribuito ad evidenziare i vantaggi del servizio.

Edilmag, perseguendo la propria mission di innovatore del settore edile, con la propria direzione Research & Innovation ha inoltre sviluppato alcuni brevetti: I-Link, dispositivo per misurare la profondità di scavo, e il Pozzetto Telescopico. Queste soluzioni introducono nel settore edile strumenti che permettono risparmi significativi di soldi e tempo oltre che un aumento della sicurezza per gli operatori. Entrambe le soluzioni stanno terminando la fase di propotipazione (per la quale I-Link ha ottenuto un contributo a fondo perduto dalla regione Marche di 140.000 euro - Bando POR Marche FESR 2014-2020) al fine di poter essere lanciati sul mercato nei prossimi due anni.

Market and competitors

Il target primario di Edilmag è costituito dalle imprese edili. In questa prima fase, il servizio è stato lanciato e commercializzato in Italia, dove i potenziali fruitori della piattaforma sono circa 508.000 imprese edili delle quali il 96% circa ha meno di 10 addetti, quindi con una prevalenza di micro e piccole imprese - Dati Istat al 31/12/2016.
Le imprese edili in Italia sono rappresentate dalle associazioni di categoria; le tre associazioni più rappresentative e importanti a livello politico sono: ANCE (Confindustria), ANAEPA (Confartigianato) e CNA. Edilmag ha già siglato partnership e accordi a livello nazionale per la distribuzione del proprio servizio con: ANCE (Confindustria), CNCE (Commissione Nazionale Paritetica Casse Edili),  CNA  e ANAEPA Confartigianato . Ulteriori fruitori del servizio sono le Unità Territoriali e Nazionali della Protezione Civile e la P.A. (centri operativi comunali); con tali organismi sono in fase di definizione rilevanti accordi di partnership, al fine di poter utilizzare il servizio Edilmag nelle attività di prevenzione e gestione delle emergenze. 

Attaualmente Edilmag non ha veri e propri competitor con cui rapportarsi, perchè è l'unico progetto di sharing economy veriticale per il settore delle costruzioni. IN questo momento la concorrenza è rappresenta da market place generalisti (es. Ebay, Subito.it, Kijiji), che presentano però notevoli minus rispetto a tutti i vantaggi e i servizi offerti da Edilmag. I principali elementi differenzianti di Edilmag, rispetto ai marketplace generalisti, sono: servizio verticale specifico per il settore edile, sicurezza della piattaforma, inventario digitale, geolocalizzazione, matching tra imprese, rapidità di condivisione, opportunità di business.

Business Model

Per quanto riguarda la piattaforma di sharing economy, il modello di business è quello del SaaS (Software as a Service). Un modello di assoluta attuali, adottato da numerose software house, che produce ricavi ricorrenti e anticipati rispetto all'erogazione del servizio (l'acquisto del servizio avviene tramite piattaforma e-commerce). I dispositivi innovativi, (I-Link e Pozzetto telescopico) verranno invece venduti sul mercato attraverso l'ausilio di distributori e partner selezionati. 

I clienti di Edilmag sono principalmente le Imprese Edili; Edilmag oggi viene commercializzato in Italia ma è stato già definito un piano di internazionalizzazione progressivo che toccherà per primi la Francia, la Germania e gli USA. 

In realtà gli stakeholders di Edilmag sono anche la Pubblica Amministrazione (i Comuni in particolare) e la Protezione Civile per quanto riguarda gli aspetti sociali.

Strategy

Edilmag attualmente si compone di due distinte linee di business: la Piattaforma/App di sharing economy e la divisione Brevetti Innovativi.

Fino ad oggi non sono state poste in essere attività sistematiche di lead generation, ma nei primi due anni di vita della startup, l'impegno profuso dai founder in un'importante attività di PR  ha portato due importanti risultati: sottoscrizione delle Convenzioni nazionali con Associazioni di categoria e creazione di una brand awareness. 

Questi traguardi consentono oggi ad Edilmag di presentarsi sul mercato con una prima campagna di comunicazione digitale a livello nazionale (in partenza ad Ottobre 2018), che avrà l'obiettivo principale di attivare nuove imprese sulla piattaforma. La digital campaign sarà parallela alla campagna crowd, che permetterà di ottenre nuove risorse per proseguire con i flight di campagna, in funzione delle attività che saranno più performanti per Edilmag (in funzione delle metriche definite relative ai costi di acquisizione cliente). Queste attività alimenteranno anche il "passaparola" che per il target in considerazione, rappresenta un elemento fondamentale per il successo del progetto. 

Oltre al mercato italiano, sul quale Edilmag prevede di crescere in maniera consistente entro il 2022, è già stata definita per i prossimi anni una strategia di internazionalizzazione sui mercati francese, tedesco e americano, grazie anche alle partnership in fase di definizione con importanti rivenditori di attrezzature edili che già operano in tali paesi esteri.

L'altro linea di business è appunto relativa alla divisione Brevetti Innovativi, alimentata dalla costante attività della Direzione Research & Innovation; in quest'ambito già a partire dal prossimo anno saranno immessi sul mercato i primi dispositivi di I-Link (dispositivo digitale applicabile a tutti i bracci degli escavatori, che permette di misurare con lo smartphone la profondità di scavo ). Questo dispositivo è assolutamente innovativo e non presenta concorrenza se non in un'altissima fascia di mercato, per la tecnologia GPS; Edilmag ha quindi già ricevuto i primi pre-ordini e il mercato e si prevede un interesse crescente per questo dispositivo universale. A seguire saranno realizzati altri brevetti e verrà messo in produzione anche il Pozzetto Telescopico.

Inoltre, non appena sarà raggiunta la massa critica sufficiente di utenti nella piattaforma, sarà attivata una strategia di monetization, da attuarsi attraverso accordi pubblicitari e di marketing analytics sui dati provenienti dalla piattaforma. 

Edilmag è nativamente predisposto per esteso orizzontalmente in altri settori; sono già in fase di studio e analisi alcuni settori che presentano analogie con il settore edile, per un approccio commerciale esplorativo.

Financial Projection

Le Proiezioni Finanziarie di Edlmag sono state delineate coerentemente con la crescita di una startup innovativa, che intende offrire un nuovo prodotto sul mercato caratterizzato da un elevato contenuto tecnologico.
Nei primi due anni di vita, la startup si è finanziata attraverso il versamento iniziale dei soci e tramite il premio del contest Edison Pulse (50.000 euro). In generale i primi due anni di vita delle startup, in cui il servizio e il brand non sono pienamente conosciuti ,gli investimenti sono necessariamente superiori ai ricavi raggiunti. Inoltre i primi due anni di vita di Edilmag risentono a livello di ricavi delle gratuità concesse a fronte delle convenzioni stipulate con le varie associazioni; nonostante questo, Edilmag ha comunque registrato un utile civilistico nel 2017.

Dal 2019 si registra la fase più importante di sviluppo e crescita, in cui verrano sfruttate le economie di scala, con incremento significativo dei ricavi e della marginalità. 

Il piano previsionale prevede invece di raggiungere:

un flusso di ricavi in costante crescita, superando i 2 milioni di fatturato nel 2021;

un Ebitda margin positivo a partire dal 2019 e crescente, con percentuali dal 65% all’78%.

 

PERCHE' INVESTIRE IN EDILMAG


1) Assenza di competitor e settore obsoleto: Edilmag è la prima soluzione di sharing economy specifica per il settore delle costruzioni, non presenta diretti competitor. Il settore edile, di
importanza strategica per l’economia italiana, è privo di innovazione da decenni e quindi pronto ad accogliere nuovi input.
2) Business ricorrente: Edilmag segue il modello del SaaS (Software as a service) che prevede la sottoscrizione di canoni annuali, che costituiscono ricavi ricorrenti e  anticipati rispetto all’erogazione del servizio.
3) Linee di Business Collaterali: grazie alle alte competenze tecniche del team, sia dei founder che della direzione Research and Innovation, Edilmag è in grado sviluppare brevetti innovativi e di commercializzarli grazie alla costante attività di networking.
4) Accordi, Partnership e Riconoscimenti: In soli due anni di vita, edilmag può già vantare rilevanti accordi commerciali e partnership con le più importanti Associazioni di categoria (CNA, Confartigianato, ANCE, CNCE)
5) Competenza del Team: Il team edilmag è composto per la maggior parte da figure senior, con competenze certificate da significative esperienze gestionali e manageriali all'interno di importanti aziende, leader nei rispettivi settori di riferimento.

6) Scalabilità Settoriale: Possibilità di replica del progetto in altri settori.

Financials

70.000 €
250.000 €
Equity
1.900.000 €
3,55 % (basate sull'importo minimo)

Team Members

Tania Mosconi

Sales Manager

RODOLFO BRANDI

CEO & Co-Founder

CHRISTIAN RICCIARINI

COO & Co-Founder

Cristina Pozzi

Administration & Finance

Diana Laura Mihai

International & Funding Programmes

Federico Benedetti

R&I Director

Alberto Cruciani

Project Manager

Carlo De Santis Celsi

Marketing Manager

Contatti

facebook twitter linkedin

website: http://www.edilmag.com

Location

DICCI COSA NE PENSI!

Questa campagna non è ancora iniziata e sei stato selezionato tra i primi investitori ad avere accesso a questa esclusiva opportunità. Raccontaci cosa ne pensi e manifesta il tuo interesse. Amiamo i feedback dei nostri utenti!

Scrivi qui il tuo indirizzo email per essere ricontattato

Quanto vorresti investire? (interesse non vincolante).

Vuoi lasciare un tuo feedback per questa campagna?

Le informazioni sull'offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L'offerente è l'esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l'attenzione dell'investitore che l'investimento, anche indiretto, mediante OICR o società che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da startup innovative e PMI innovative è illiquido e connotato da un rischio molto alto.