SplittyPay

SPLITTY PAY

SplittyPay è una piattaforma di pagamento alternativa che si adatta perfettamente alle esigenze di prenotazioni e acquisti di gruppo.

Servizi Finanziari

108.000 €

135%
confermati: 100.000 €

DA

18 Investitori

MANCANO

23 Giorni

Startup Innovativa

Startup Innovativa Detrazioni fiscali al 30%. Non distribuisce utili

All-or-Nothing

L'obiettivo minimo deve essere raggiunto nei giorni indicati

Informazioni del Syndicate

Il syndicate in Splitty Pay è guidato da Diego Bianco, in qualità di lead investor, che si occuperà di assicurare ai co-investitori la gestione ed il monitoraggio del lavoro della startup garantendo agli stessi un’informativa periodica ed un punto di riferimento per la gestione e monitoraggio dell’investimento.

Esperto in equity crowdfunding, ha partecipato a numerose campagne su portali italiani e UK. Durante il project work finale dell' EMBA , ha perfezionato le sue capacità di analisi e sviluppo di startup, con particolare attenzione ai settori FoodTech e FinTech.

Pitch

Splitty Pay è una piattaforma di shared payment che permette di “splittare” una transazione online su diverse carte di debito/credito.

La mission di Splitty Pay è, da un lato, incrementare le vendite dei merchant e dall’altro migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti risolvendo alcuni problemi che si presentano al momento del pagamento di un carrello online di un importo rilevante (limiti di plafond delle carte, avversione da parte del cliente nell’anticipare soldi per altri, etc.).

Il "case use" oltre agli acquisti di gruppo tra amici o conoscenti può essere anche esteso ad acquisti effettuati da una singola persona o famiglia che decide di utilizzare più carte per saldare un importo, evitando scomode operazioni di giroconto tra account bancari intestati alla stessa persona o nucleo familiare.

Gli ideatori dell’iniziativa e fondatori della società sono Alberto Porzio e Matteo Anthony Destantini, che facendo tesoro dell’esperienza nel settore del turismo con la precedente startup ZZZleepandGo, hanno percepito un’esigenza del mercato, confermata anche dalla loro esperienza personale.

Il nucleo del team di Splitty Pay è composto da professionisti di grande valore, la cui esperienza pregressa in un’altra start-up di successo, genererà un’immensa sinergia a sostegno della società.

The Problem

Molto spesso gruppi di persone acquistano beni o servizi online che non possono essere divisi in fase di pagamento. In questi casi generalmente una persona paga in anticipo per gli altri, utilizzando un unico strumento di pagamento. 

La fase di pagamento diventa spesso difficoltosa per diverse ragioni:

  • tempo e fatica per recuperare i soldi dal resto del gruppo;
  • limite di spesa sulla carta di credito in caso di importo elevati;
  • sentirsi a disagio nell'anticipare denaro per gli altri.

Gli utenti hanno bisogno di un modo semplice per suddividere l'importo totale in più transazioni senza che qualcuno debba anticipare per tutti.

The Solution

SplittyPay è una piattaforma di pagamento alternativa che si adatta perfettamente alle esigenze di prenotazioni e acquisti di gruppo.

Il nostro strumento mira a ridurre il tasso di abbandono del carrello, offrendo al cliente la possibilità di suddividere l'importo totale in quote uguali o personalizzate e pagare con più carte di credito/debito istantaneamente. Siamo sicuri che questo innovativo metodo di pagamento proteggerà molte amicizie dalle "discussioni di denaro".

La tecnologia di Splitty Pay si basa su delle APIs proprietarie, sviluppate in modo da ricevere molteplici transazioni e inviarle al merchant come fossero una transazione unica, il tutto senza che Splitty Pay entri mai in possesso dell’intera cifra. Tutto ciò è possibile grazie all’utilizzo di un PSP (payment service provider) partner di Splitty Pay, il quale processa i pagamenti ed indirizza l’importo dovuto al merchant e le fees di servizio a Splitty Pay.

E’ possibile anche inviare richieste di pagamento, nel caso in cui uno o più partecipanti al pagamento di gruppo non fossero presenti al momento dell‘acquisto e nessuno voglia anticipare la loro quota. Quando l’Admin, cioè chi sta effettuando fisicamente l’acquisto, inserisce la mail delle persone che devono effettuare il pagamento da remoto, gli utenti riceveranno tramite posta elettronica un link per procedere al pagamento, direttamente dai loro device. Il link sarà valido per un determinato periodo di tempo, coerentemente alla durata del carrello indicata sul sito del merchant.

Questa funzionalità è permessa grazie al fatto che la piattaforma apre delle "preautorizzazioni" su tutte le carte inserite e non processa il pagamento finchè tutte le transazioni non sono state accettate e finchè non vengono pagate anche le quote tramite link.

Market and competitors

Il mercato in cui si inserisce Splitty Pay è quello dei pagamenti digitali online, un settore in forte crescita sia in Italia che all’estero. Soltanto nel mercato italiano il volume delle transazioni per acquisti online nel 2017 sfiora i 22 Miliardi di euro e si stima una crescita continua pari al 14% annuo almeno per i prossimi 5 anni (fonte: WorldPay, Global Payments Report 2017). Le barriere all’entrata sono importanti poiché si tratta di un mercato in cui tradizionalmente i grandi players e le banche fino a poco tempo fa erano le uniche istituzioni a gestire transazioni e pagamenti. Tuttavia negli ultimi anni il fermento delle startup in ambito fintech sta cambiando le regole del mercato, stimolando anche i consumatori ad utilizzare con maggiore fiducia forme di pagamento alternative a quelle tradizionali.

Il mercato di riferimento è un B2B2C, per questo motivo gli sforzi si concentrano in primis sulle trattative con i partner business per aggiungere Splitty Pay tra le opzioni di pagamento al check-out e succesivamente sul consumatore finale, attraverso campagne marketing che rafforzino la brand identity e lo portino a scegliere Splitty Pay tra le diverse opzioni di pagamento.

Attualmente non esistono sul territorio italiano ed europeo dei competitors diretti che offrono un servizio paragonabile a quello di Splitty Pay. L’unica azienda ad offrire una funzionalità equivalente è Airbnb, che in seguito alle richieste dei propri utenti, nel 2017 ha introdotto la possibilità di pagare separatamente le quote di affitto di un alloggio. Questa funzione è stata sviluppata attraverso l’acquisizione di una startup che si occupava di payments ed a cui è stato assegnato lo sviluppo. In questo modo Airbnb si ritrova ad essere proprietaria di questa tecnologia, che può essere considerata un differenziale competitivo nei confronti dei competitors. Tali concorrenti potenzialmente possono essere interessati ad utilizzare una piattaforma esterna come Splitty Pay per colmare il gap con Airbnb.

Esistono diversi competitors indiretti, i quali hanno come core business le cosiddette “collette online”. In Italia troviamo alcune aziende come Growish, Splitit e Collettiamo. Il business model di queste aziende è basato sul trattenimento di fee sugli importi versati da parte dei partecipanti alla colletta.  A tale scopo viene creato un apposito e-wallet per degli eventi (quali ad esempio regali di compleanno o viaggi di gruppo). Il tutto avviene tramite un'app o una piattaforma online e la colletta richiede dalle 24 alle 48 ore prima di poter essere utilizzata per effettuare il pagamento sul portale scelto. Tutti questi servizi richiedono una fee variabile che oscilla da 2,9% al 4% degli importi versati sull’e-wallet.

Splitty Pay si distingue dalla concorrenza in quanto offre un metodo di pagamento alternativo, selezionabile direttamente sulla pagina carrello del merchant, senza dover eseguire passaggi precedenti per raccogliere l’importo esatto tra i partecipanti al pagamento di gruppo. I campi di applicazione principali sono sulle piattaforme di: travelling, accomodation, ticketing, food delivery ed e-commerce.

Business Model

Il business model di SplittyPay è il B2B2C. Nella fase iniziale di lancio, il servizio sarà gratuito per gli utenti della piattaforma, i quali selezionando come metodo di pagamento SplittyPay non pagheranno nessuna fee aggiuntiva.

L'implementazione del sistema per il pagamento è gratuito, il merchant verrà accompagnato nell'integrazione delle APIs dal nostro team di sviluppo. La fee applicata ai merchant si attesta sul 2% dell'importo transato, senza fixed fee aggiuntiva.

Attualmente SplittyPay sta conducendo diverse trattative con importanti players nel settore viaggi ed entro fine ottobre sarà presente sul portale di una startup milanese che si occupa di viaggi-experience.

Strategy

Per diffondere il servizio e far conoscere alle persone le funzionalità di questo nuovo sistema di pagamento prevediamo di non applicare lo schema di revenues lato compratore nella fase di introduzione, ma solamente quello lato merchant per la copertura dei costi di transazione.

Le campagne di promotion&marketing si concentreranno principalmente sulla creazione e il rafforzamento di una brand identity che si differenzia da quella dei principali players nel mercato del payment. L’immagine che Splitty Pay vuole costruire è quella di un provider di pagamento vicino agli utenti, che risolve i problemi di chi compra e che vuole facilitare le attività di gruppo, salvando amicizie da "discussioni di soldi" e incoraggiando l’organizzazione di un acquisto condiviso tra più persone. Oltre all’aspetto meramente tecnico e di servizio, Splitty Pay fa quindi leva anche sull’aspetto sociale e personale per condurre le attività di comunicazione e promozione.

I canali di promozione che verranno utilizzati saranno prettamente online e social, proponendosi con campagne di co-branding insieme alle piattaforme che inseriscono Splitty Pay tra le opzioni di pagamento. Il placement scelto da Splitty Pay è quello del carrello di pagamento degli e-commerce, in questo modo il servizio si propone come un’alternativa ai metodi di pagamento tradizionali.

Il programma d’investimento è stato pianificato su un orizzonte temporale di 5 anni.Gli investimenti programmati rispettano i requisiti di R&D richiesti dalle startup innovative almeno fino al 2020. Esiste poi un investimento extra-ordinario di 500.000 € (messo a budget nel 2020) che riguarda l’acquisizione della licenza di istituto di pagamento e che permetterebbe di gestire direttamente i pagamenti e quindi tagliare totalmente le fee riconosciute al PSP partner. In questo modo potremo migliorare la marginalità oppure ridurre le fee di servizio a carico del merchant e del cliente, incrementando la quota di mercato.

Una volta lanciato il prodotto sui primi portali italiani, la strategia sarà quella di spostare il focus dell'azienda su mercati più performanti come quello UK. Entro fine 2018 sarà fondata SplittyPay Ltd in modo da poter operare e raccogliere fondi tramite Angels e VC anche nel Regno Unito.

Financial Projection

La pianificazione economica-finanziaria di Splitty Pay si sviluppa su 5 anni, a partire dal Maggio 2018, con un time-to-market di circa 6 mesi, grazie allo sbarco sulle prime piattaforme e-commerce nell’ultimo trimestre dell’anno.


Il panorama fintech e in particolar modo il payment è un settore competitivo dove consideriamo la rapidità nello sviluppo commerciale e nell’acquisizione dei merchant come fattore cruciale per il consolidamento del differenziale competitivo. Per questo il piano strategico prevede importanti investimenti fin da subito sulla forza commerciale b2b nel mercato uk (dove le transazioni su e-commerce sono cinque volte rispetto al mercato italiano).

D’altra parte Splitty Pay mira ad integrarsi verticalmente come gateway di pagamento, con l’obiettivo di ampliare i margini. Questa roadmap quindi prevede nei primi 3 anni di esercizio il fund raising di circa 4 Milioni di € per poi generare utili a partire dal 2021. Grazie alla riduzione dei costi di transazione alle sole interchange fee il profitto al quinto anno supera il milione di € e sfiora il 30% sulla base delle revenues.

Financials

80.000 €
150.000 €
10%
Equity
2.000.000 €
3,85 % (basate sull'importo minimo)

Team Members

Alberto Porzio

Cofounder & CEO

Matteo Anthony Destantini

Cofounder & CFO

Angelo Iacubino

CTO

felice

Back End DEV

Daniele Belfiore

Front End DEV

Valerio Buniato

PMO

Contatti

facebook linkedin

website: http://www.splittypay.com

Location

DICCI COSA NE PENSI!

Questa campagna non è ancora iniziata e sei stato selezionato tra i primi investitori ad avere accesso a questa esclusiva opportunità. Raccontaci cosa ne pensi e manifesta il tuo interesse. Amiamo i feedback dei nostri utenti!

Scrivi qui il tuo indirizzo email per essere ricontattato

Quanto vorresti investire? (interesse non vincolante).

Vuoi lasciare un tuo feedback per questa campagna?

Le informazioni sull'offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L'offerente è l'esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l'attenzione dell'investitore che l'investimento, anche indiretto, mediante OICR o società che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da startup innovative e PMI innovative è illiquido e connotato da un rischio molto alto.